BURRONI LELIA

25 febbraio 1947- 8 gennaio 2020

L'ARTISTA

IMMAGINI DEI DIPINTI  

VIDEO DEI QUADRI

FOTOGRAFIE

 RICORDI DI AMORE


Lelia Burroni, nata ad Arezzo il 25-02-’47 scomparsa l’8/01/2020, dopo gli studi e le abilitazioni ha insegnato presso istituti di scuola media superiore di Arezzo le seguenti materie: • Istituto tecnico per geometri di Arezzo; Disegno Tecnico; anni 19691976; • Istituto I.P.S.I.A. sez. Orafi di Arezzo; Disegno, Composizione Orafa, Disegno al computer, Storia dell’Arte e Storia del Gioiello; dall’anno 1976 all’anno in corso. Ha disegnato il Tabernacolo per la Chiesa di S. Donato di Arezzo nel 1987 e la Corona della Madonna della Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Arezzo nel 1988. Ha ricevuto l’incarico dal Ministero della Pubblica Istruzione nel "Progetto ’92" per la formulazione dei programmi di Disegno e Storia dell’Arte e del Gioiello per gli istituti I.P.S.I.A Orafi d’Italia negli anni 1997-98. Ha diretto gli alunni ai più prestigiosi concorsi nazionali e internazionali, permettendo di far ottenere loro le seguenti menzioni :                 Progetti con corallo, Torre del Greco, 3 I° Premio anni 1984-86-88; Qualificazione di un alunna al Concorso De Beers, 1985;      Progetto e realizzazione della Nuova Corona della Madonna della Chiesa aretina di St. Maria delle Grazie, Confartigianato, 1985; • Tabernacolo per la Chiesa di S. Donato di Arezzo, 1987; • Gioielli, Firenze, Ponte Vecchio Hotta Corporation di Tokio, I° Premio, 1989; 3° Premio, 1991; 2° Premio ,1992; • Concorso Nazionale Conforafi e Banco Ambrosiano, Vicenza, I° Premio, 1996; • Charles Perroud di Lione, Concorso Europeo 3° Premio 1995; 4° Premio 1997; 5° Premio, 1998; • Concorso Un Gioiello per il Terzo Millennio Centro Affari e Convegni di Arezzo, I° Premio e 5 Segnalati per l’originalità, 1999; Nel 1985 si è qualificata in Gemmologia presso l’Istituto Gemmologico Mediterraneo I.GEM.M. di Raffaele Zanganella, di Cavalese. Nel 1989 ha collaborato al testo Genius Aureus ( Arti Grafiche il Torchio, Firenze, 1989, curando i disegni e ricerche sulle tecniche dell’incisione ( pagg. 71-111) e del niello ( pagg. 126-158) nell’oreficeria pubblicato per la Regione Toscana, La Camera di Commercio e il Centro Affari e Convegni. Ha operato come Designer per ditte e fabbriche del settore orafo. E' pittrice nota e ha esposto in vari luoghi. Ha esposto alcune sue opere, nella mostra Arte Sacra in Terra d’Arezzo svoltasi in sala Montetini nel Comune di Arezzo, durante la settimana del Natale 2000. E stata Presidente di Giuria del Premio Piero della Francesca e Presidente della Sezione Pittura del Premio Internazionale di Arte Mecenate, indetti dalla Onlus Mecenate, di cui e’ stata Vicepresidente e Direttore Artistico. Ha aderito al Labirintismo e il suo quadro L’uomo Labirinto e’ la pittura manifesto del movimento. Dal 17 febbraio al 3 Marzo 2001 ha esposto alla Galleria Contatto di Mestre. Nell' Aprile 2002 ha esposto alla Galleria La Molinella di Faenza. Nel 2007 nel Loggiato Comunale nella mostra In Comune e nella mostra Profumi di Luce nel 2009.
A MAMMA
Continuerò a sussurrare il tuo nome
mamma
in mezzo al nulla della tua assenza
 corporale
 e il tuo silenzio sarà pieno
di vuoto colmato
di brandelli di sogno
e ceneri di ricordo
 Libera ora senza macchine
Respira Mamma
La croce
Della tua sofferenza
Non sanguina più ma aleggia
nel mare della salvezza
La croce
della tua mancanza
Amara e dolce consolazione
È il tuo spirito A respirare nell'assoluto
senza dolore
Che arieggia nelle lenzuola del cielo
Tra le sciarpe divine.